bruxelles-parlamento

Una settimana di incontri a livello europeo, per parlare di soluzioni innovative per la tutela dell’abitazione.

E’ questo l’obiettivo della missione che ha visto il nostro CEO Gianfranco Dote impegnato a Bruxelles in una serie di meeting di alto livello, organizzati per sensibilizzare e aggiornare i decisori politici riguardo alle sfide che le famiglie affrontano in questo contesto macroeconomico sempre più incerto e complesso.

bruxelles - ecdn

L’obiettivo: trovare una soluzione all’emergenza mutui

Uno scenario preoccupante, evidenziato nell’ultima release dell’Osservatorio SalvaLaTuaCasa, presentate lo scorso mese a Roma in un evento ufficiale, non lasciano molto spazio ai dubbi: l’aumento dei tassi di interesse da parte della BCE, e il conseguente rincaro delle rate dei mutui a tasso variabile, sta esponendo migliaia di famiglie italiane a un maggior rischio di insolvenza.

L’indagine evidenzia chiaramente come l’incidenza del mutuo sia enormemente cresciuta, mettendo a repentaglio la sostenibilità economica di ampie fasce della popolazione. Basti pensare che, per numerose famiglie, la rata di un mutuo a tasso variabile oggi è arrivato a superare la metà del reddito mensile disponibile.

Con il perdurare dell’inflazione, gli effetti di tale tendenza potrebbero tradursi in un significativo incremento delle procedure esecutive immobiliari già a partire dal 2024. E, nonostante le operazioni di surroga – che permettono ai mutuatari di passare da un tasso variabile a uno fisso – siano fortemente aumentate negli ultimi mesi, continuano a non rappresentare la soluzione a questa emergenza.

Per queste ragioni, oggi diviene fondamentale pensare a soluzioni alternative e innovative – come la cartolarizzazione a valenza sociale proposta da Save Your Home.

La missione a Bruxelles rappresenta un importante riconoscimento dell’impegno di SYHO – che da tempo lavora a questa soluzione per risolvere il problema in modo sostenibile e soddisfacente – sia per il debitore, che per il creditore. Una soluzione che potremmo definire win-win, perché non trascura e anzi intende tutelare gli interessi di tutte le parti coinvolte.

dote-ursino-bruxelles