Si terrà il prossimo 15 marzo, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, la presentazione della nuova release dell’Osservatorio SalvaLaTuaCasa di SaveYourHome, realizzato da Nomisma.

Giunto al suo secondo anno, l’Osservatorio SalvaLaTuaCasa intende essere un riferimento per gli operatori e gli stakeholder di settore, fornendo dati sempre aggiornati rispetto al mercato immobiliare italiano, l’andamento dei mutui e l’evoluzione delle aste immobiliari – con particolare focus rispetto ai mutui ipotecari incagliati (UTP) e in sofferenza (NPL). 

Analizzando la posizione di tutti gli attori coinvolti (creditori, debitori e investitori) la nuova edizione dell’Osservatorio evidenzia come, nonostante la morsa dell’inflazione sembra aver leggermente allentato la presa, l’esposizione delle famiglie italiane ad una maggiore fragilità finanziaria continua purtroppo a persistere. Le cause sono molteplici, a partire dalle politiche restrittive applicate negli ultimi due anni dalla BCE, che hanno di fatto spinto il sistema bancario verso una maggiore prudenza e politiche di erogazione più selettive. Il risultato è che tra inizio e fine 2023, sono davvero numerose le famiglie italiane che hanno avuto problemi con la gestione della rata del mutuo.

La nuova release dell’Osservatorio evidenzia come le dinamiche più marcate e allarmanti siano quelle legate agli incrementi delle rate dei mutui a tasso variabile, che complessivamente rappresentano circa il 40% dello stock dei mutui ipotecari in Italia. In attesa di un ripiegamento dei tassi già a partire dai prossimi mesi, la violenta risalita del costo del denaro in meno di due anni ha generato aumenti tra il 35% ed il 119% della rata mensile, che in alcuni casi può arrivare a incidere fino al 65% del reddito netto mensile.

I dati dell’Osservatorio – presentati da Luca Dondi dall’Orologio e Roberta Gabrielli di Nomisma – saranno commentanti dalle parti politiche e da esponenti del terzo settore che testimonieranno la complessa situazione dei consumatori italiani.